Pagine

martedì 13 novembre 2018

Back to the Wine 2018 - 18-19 Novembre 2018 - Fiera di Faenza (RA)



Oltre un centinaio di vignaioli artigiani da tutta Italia (e oltreconfine) per un ritorno del “Vino come atto agricolo responsabile”. Banchi d’assaggio, mercato dei vini, prodotti tipici, degustazioni guidate e tanto altro


Faenza – Due giorni insieme agli artigiani del vino. Insieme a coloro che hanno fatto del rispetto del territorio, della biodiversità, del lavoro agricolo responsabile in cantina la loro scelta etica e di vita. Torna Back to the Wine, la due giorni omaggio ai vignaioli artigiani ospitata nei padiglioni fieristici di Faenza domenica 18 e lunedì 19 novembre 2018.

Il “Ritorno al Vino” è una chiara scelta di campo: non un evento generalista, bensì un appuntamento con una sua identità precisa, omaggio agli artigiani del vino, quelli con una produzione enoica di qualità a tiratura limitata (in media tra le 10.000 e 20.000 bottiglie), e con un particolare occhio di riguardo all’ecosostenibilità, al minimo interventismo in cantina.
A curare la manifestazione è Andrea Marchetti, ideatore della comunità di Vinessum, l’organizzazione è di Blu Nautilus.

“I consumatori oggi sono cambiati, sono sempre più consapevoli ed esigenti - - spiega Andrea Marchetti, regista di Back to the Wine - Pretendono prodotti sani, vogliono conoscerne la provenienza e i metodi di produzione. In particolare, nel settore vino il fenomeno sta esplodendo: il vino artigianale è sempre più richiesto. I consumatori più esigenti, inoltre, quelli più dotati di maggiore possibilità d'acquisto, vogliono anche distinguersi, cercano prodotti di nicchia autentici”.

Catalogare Back to the Wine nella semplice “voce” di un evento è semplicistico. Il “Ritorno al vino” è un manifesto condiviso da una comunità di produttori (ma anche da un pubblico sempre più numeroso di consumatori consapevoli), uniti nella comune convinzione di vino nella sua vera natura di prodotto tradizionale, culturale, territoriale, emozionale, artigianale e soprattutto umano.

Oltre un centinaio gli artigiani del vino da tutta la Penisola, presenti anche alcune escursioni oltreconfine. L’evento è l’occasione per degustare le loro produzioni e acquistare direttamente dai produttori, in quanto Back to the Wine è anche mercato dei vini. Presenti anche alcune eccellenze del cibo di qualità nella mostra mercato dentro i padiglioni della Fiera di Faenza.
Ad arricchire la manifestazione, incontri, laboratori guidati, eventi e tanto altro.

Info Back to the Wine
Fiera Faenza (viale Risorgimento, 3) 18-19 novembre 2018
Orario: Domenica 10-20; lunedì 11-19.
Biglietto ingresso: Domenica 18/11 25 euro; Lunedì 19/11  20 euro.
Biglietto per operatore, previa registrazione: 10 euro valido 2 giorni
Il biglietto di ingresso comprende: calice, degustazione libera dei vini.






Ufficio Stampa PrimaPagina
Filippo Fabbri – Maurizio Magni
tel. 0547-24284; 3471567681
fabbri@agenziaprimapagina.it

venerdì 9 novembre 2018

Terra Roma - la Griglieria di Eataly Ostiense - Opening Novembre 2018

Eataly Ostiense continua il suo processo di rinnovamento.. la proposta gastronomica sceglie la via della pasto completo abbandonando l'idea dei ristorantini tematici.
La proposta di Terra Roma sarà incentrata sulla cottura alla griglia di carne, pesce ed ortaggi scelti giornalmente sui vicini banchi di Eataly. Quindi ottima materia prima esaltata dalla semplicità della cottura alla brace. Nel menù non mancheranno i piatti cucinati a completare appunto un pasto a tutto tondo. 
Ho gradito molto le preparazioni previste per la cena stampa tornerò, come sempre faccio, ad assaggiare altro.
Il mio okkio architettonico ha notato anche una diversa idea nel disegno dello spazio gastronomico per le nuove installazioni all'interno della "grande nave" di Eataly Ostiense.
 
Terra, la Griglia By Eataly arriva a Roma
Dopo Boston e Los Angeles, Il nuovo progetto di ristorazione creato da Eataly è pronto a stupire la città

Ha aperto a Roma Terra, “La Griglia by Eataly”, un progetto che ha convinto il pubblico americano e che corrisponde a una volontà forte ed evolutiva da parte di Eataly di dare vita ad una nuova esperienza del cibo, incentrata sulla ristorazione. Servizio, menu, architettura e brand sono stati pensati per creare un risultato dal respiro internazionale nel rispetto della filosofia Eataly.

Ad ispirare il format, gli elementi primari, la terra, il fuoco, la natura. Elementi che si ritrovano all’interno del ristorante e che suggeriscono un rapporto diretto fra il cliente, il prodotto, la sua provenienza, la sua lavorazione. Terra pone infatti al centro dell’offerta una cucina alla griglia che accoglie una materia prima importante, che spazia dal mondo del pesce a quello della carne, delle verdure, del pane con un menu trasversale, goloso e genuino.

Particolare attenzione quindi al prodotto, uno dei temi su cui si fonda l’intero manifesto di Eataly, con una selezione accurata e trasparente dei fornitori e dei produttori di carne, pesce, verdure e pasta. Pane Otto Tondo bio, carne selezionata tra i migliori produttori italiani, tra cui La Granda in Piemonte Presidio Slow Food, pesce dal mediterraneo e in particolare dalle cooperative dei pescatori di Anzio e Civitavecchia, verdure dall’orto bio del produttore “Agricolonna”: tutta la ricerca dei prodotti converge nel menu secondo il principio “dal banco alla tavola”, dando sempre al cliente la possibilità di vedere e dunque scegliere cosa mangiare.  

Il vero cuore di Terra sta nella sua griglia, uno strumento potente e imponente: 3 metri di lunghezza, realizzata in cinque mesi interamente a mano, totalmente a vista sulla sala. La griglia domina il fuoco, elemento ancestrale e “primitivo” che ha rivoluzionato il modo non solo di mangiare ma di vivere dei nostri antenati. Oggi cucinare sul fuoco significa cucinare con grande semplicità, ma proprio per questo, con una sapienza quasi antica.

La griglia è alimentata con carbone vergine di Leccio della Calabria, che introduce un altro principio fondamentale che regola Terra, la naturalità, suggerita non solo dal nome ma anche dall’ambiente. Oltre 100 i coperti, una cucina interamente a vista, un’architettura verde e naturale. Dall’ingresso alla sala, gli spazi conducono il cliente in un luogo pensato proprio per accogliere, intrattenere e regalare un vero senso di benessere.

Ad accompagnare tranci di carne e di pesce nonché le verdure dell’orto, pane alla brace con diversi condimenti, cartocci di pesce alla griglia con aromi e spezie, fritti, crudi di pesce, primi piatti e verdure di stagione e il carrello dei gelati. Una proposta che si completa con l’aggiunta di un bar all’ingresso del locale, che dà spazio sia ai crudi di pesce che ai cocktail. Oggi, come a Boston e Los Angeles, anche da Terra Roma sarà possibile mangiare un Tomahawk alla griglia accompagnandolo con un Negroni o un Americano.

Non possono mancare i vini, con una carta trasversale di 300 referenze dedicata al panorama laziale ed italiano, tra bianchi, rossi, rosée e bollicine che sappiano accompagnare ed esaltare carni, pesci e verdure cucinati alla griglia. Una ricerca ancora più selezionata tra le 25.000 etichette della grande Enoteca di Eataly che riesce ad accontentare tutti.

La carta dei vini propone vari percorsi che sanno giocare con le categorie: i vini de noantri, schietti e del territorio, i vini Pop, accessibili e per tutte le tasche, i vini eroici, che provengono da territori impervi e preziosi e arrivano nel bicchiere per la caparbietà dei loro produttori, i vini vulcanici, che nascono da aree geografiche con una conformazione del suolo unica e inconfondibile, che buoni quegli anni, non le etichette ma le annate che hanno reso unico un determinato vino.  

Terra è un luogo totalmente nuovo che si trova al secondo piano di Eataly e che si inserisce con grande personalità all’interno del progetto “Tutto Nuovo” che ha investito gli spazi di Eataly Roma, da sempre fucina di idee, eventi e avamposto innovativo di Eataly Italia.

La cottura alla griglia è una sfida molto intrigante: fa emergere la bontà del prodotto e l'abilità dello chef - commenta Enrico Panero, Executive Chef di Eataly - Altro aspetto strategico è la freschezza delle materie prime che da Terra è garantita dalla filiera cortissima dal banco, della pescheria o della macelleria, alla tavola. Un formato innovativo per sperimentare una cucina naturale, sana con prodotti di stagione e di prossimità”.

Terra Eataly  
Aperto lun-dom:
12.30 – 15.00
19.00 – 23.00
Per le prenotazioni:
tel. 349.9357311 - terra@eataly.it
facebook.com/terrarome
instagram.com/terrarome

 
 
 
 
 

martedì 23 ottobre 2018

Terre di Vite - 27/28 Ottobre 2018 - Castello di Levizzano - Castelvetro (MO)


Sabato 27 Ottobre apertura banchi d’assaggio dalle 15 alle 21
Domenica 28 Ottobre apertura banchi d’assaggio dalle 11 alle 20
Terre di vite torna al castello di Levizzano con un programma ricco di novità e di suggestioni. A caratterizzare l’ottava edizione - che si svogerà sabato 27 e domenica 28 ottobre - sarà il tema dell’ascolto, inteso come capacità e mezzo di comunicazione ma anche come strumento indispensabile per comprendere ed arricchirsi, in una parola per crescere. Un trait d’union che accomunerà i seminari, le degustazioni guidate, gli appuntamenti letterari, le mostre e le performances artistiche che animeranno le due giornate; al centro di tutto rimangono i vignaioli, quest’anno un’ottantina provenienti da tutta Italia, che proporranno i loro vini in assaggio libero. Al talento e alla competenza del direttore di Porthos Sandro Sangiorgi sono affidati un seminario e una degustazione guidata; le presentazioni di libri saranno tre, tutte condotte da Elisa Guidelli; due le mostre di arti visive in programma – una personale del pittore Marco Luppi e una collettiva degli artisti dell’associazione Circol Art – e la musica del duo Feel good a fare da colonna sonora per gli assaggi nelle stanze del castello. L’offerta gastronomica sarà come di consueto dedicata alle eccellenze gastronomiche del territorio.
 

Contributo d’ingresso 15 Euro + 5 Euro cauzione calice
Contributo ridotto (10 Euro) per i soci Ais, Onav, Fisar, Slow Food, Aies
Per Informazioni: info@divinoscrivere.it

Elenco dei produttori presenti su www.terredivite.it

giovedì 18 ottobre 2018

Degustazioni: Malvazija 2013 Cotar - 17 Ottobre 2018

Scendo in cantina e mi metto a pensare... stasera mi sparo un vino che di sicuro mi piaccia!
L'occhio va subito su una etichetta con la T maiuscola ... 2015... UH! ... ho anche una 2013!! Vabbè ma magari ho altro che è meglio consumare prima ... ma voglio bianco!.. 2016, 2016, 2015, 2015.... un 2017!! Ah, quasi quasi lo assaggio... oddio, è appena un bambino però... ma non ho nulla di bianco 2014? Eh no, mi sa che non ho nulla ... e qui cosa c'è? Guarda guarda ... e se mi sparassi un vino coi controCarsi?!?!
Con i controCarsi a tutti gli effetti!!!! Lo stappo un po' prima di cena .. ma sta lì sulle sue e ti fa mangiare senza darti soddisfazione ... ma lo so che sei stronza Malvazija .. Belo vino un Carso!!! E io ti aspetto .. ho una pazienza che manco Giobbe, stasera sto davanti ad AutoCAD figurati ...... poi tra un Trim ed un Offset ... annusi .. sorseggi ... e poi l'arido mutismo minerale del suolo carsico, la buia penombra della fantastica cantina di Branko si apre finalmente!!!
ECCHECARSO ... IL MAREEEEEE!!! Il sale marino ... il salmastro .. la lingua sullo scoglio bagnato .. le alghe .. in alcune sfumature le sarde in saor per la splendida acetica integrata ...... non semplice comprendere come la spremuta di chicchi d'uva restituisca dopo anni il mare nel bicchiere...

Scegliemmo proprio bene con Fabrizio Vicari .. andammo da Branko per la Vitovska e ci convinse la Malvazija!

mercoledì 17 ottobre 2018

36a Sagra della Castagna di Montella IGP - 2, 3 e 4 Novembre 2018 - Montella (AV)



LA REGINA DELL’AUTUNNO CAMPANO PROTAGONISTA
DELL’EVENTO GASTRONOMICO PIU’ ATTESO DELL’ANNO:
A MONTELLA (AVELLINO) LA 36ESIMA EDIZIONE
DELLA SAGRA DELLA CASTAGNA DI MONTELLA IGP

MONTELLA (AVELLINO) – E’ l’evento che celebra uno dei prodotti d’eccellenza di livello nazionale e che vede in Irpinia il suo territorio d’elezione: dal 2 al 4 novembre torna uno degli appuntamenti più attesi dell’autunno campano, la Sagra della Castagna di Montella Igp, unico caso di prodotto ortofrutticolo riconosciuto come Doc (Denominazione d’Origine Controllata) dal Ministero dell’Agricoltura, nel 1987, giunta alla sua 36esima edizione. L’evento celebra una delle migliori castagne d’Italia con una tre giorni di divertimento, musica, eventi, enogastronomia, piatti tipici e prodotti d’eccellenza.

La Sagra della Castagna Igp, promossa dal Comune di Montella e cofinanziata dalla Regione Campania nell’ambito del POC Campania 2014-2020, Linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”, con la direzione artistica di Roberto D’Agnese, presenta numeri di tutto rispetto ed un programma davvero ricco ed interessantissimo. Circa 150 stand tra enogastronomia e prodotti tipici, trasformazione di prodotti castanicoli, pasticceria a base di castagna, artigianato tipico locale, infopoint istituzionali, mostre e ad attività culturali, musica ed eventi con quattro punti spettacolo che saranno allestiti in piazza Bartoli, in via Filippo Bonavitacola, in via Carbonara ed in via Michelangelo Cianciulli. La musica popolare sarà la protagonista assoluta dell’evento, senza tralasciare qualche incursione sperimentale con un palco che sarà dedicato alla musica italiana e al repertorio cubano. La sezione musicale viene completata per l’edizione 2018 dal Palco da Ballo, uno spazio-balera che sarà dedicato ai gruppi musicali che faranno ballare tarantelle e tante altre danze. Infine gruppi itineranti animeranno le vie del centro di Montella per una passeggiata tra gli stand impreziosita da musica e spettacolo.

La Sagra della Castagna animerà il centro di Montella su di un'area di 15mila metri quadrati. Tante le novità dell’edizione 2018: in via don Minzoni verrà allestita un’area dedicata agli stand Coldiretti con Campagna Amica. Ci sarà poi uno spazio dedicato alla ricerca scientifica sul settore castanicolo, che presenterà studi dedicati alla castanicoltura con particolare riferimento ai risultati sperimentali della lotta al cinipide. E ancora, una parete da arrampicata presso l’istituto comprensivo “Giovanni Palatucci” ed un’area per i camperisti. Il programma si completa con mostre ed esposizioni, approfondimenti e focus tematici. Il contesto produttivo e le prospettive del comparto castanicolo saranno al centro del tradizionale convegno istituzionale che si terrà presso Palazzo Bruni e che vedrà la partecipazione di esperti, rappresentanti istituzionali e delle organizzazioni di categoria.
Per sabato 3 e domenica 4 novembre, presso l’Eco Museo della Castagna in Largo Capone, sarà possibile visitare un percorso sensoriale e mostre artistiche, mentre presso Palazzo Bruni, in Via San Nicola, saranno allestite mostre fotografiche e di artigianato locale. Infine, anche per la 36esima edizione della Sagra della Castagna Igp nei giorni 3 e 4 novembre ci sarà “Il treno delle castagne”, viaggio su vagone storico Avellino – Montella lungo la tratta Avellino-Rocchetta Sant’Antonio  (info www.fondazionefs.it).

L’inaugurazione ufficiale della trentaseiesima Sagra della Castagna di Montella Igp è in programma per venerdì, 2 novembre, alle ore 18. A seguire si apriranno gli stand gastronomici e partiranno gli spettacoli sui quattro palchi e quelli itineranti che animeranno la prima serata dell’evento.

Ricco il programma della seconda giornata di Sagra. Sabato, 3 novembre, li stand gastronomici apriranno dalle ore 10.00 e resteranno aperti per tutto il corso della giornata.  
Alle ore 11.00, presso l’Istituto Comprensivo “Giovanni Palatucci”, la cerimonia di premiazione della terza edizione del Concorso Fotografico “Castagna Viva”.
Alle ore 19.00 di sabato uno dei momenti clou della Sagra della Castagna, con l’Accensione del Braciere in piazza Bartoli. Alle ore 19.30, sempre in piazza Bartoli, la terza edizione della Rassegna “Castagna d’Oro di Montella”.  Nel corso della serata si alterneranno momenti di musica e spettacolo sui quattro palchi ed itineranti lungo il percorso della Sagra. Per domenica, 4 novembre, gli stand gastronomici saranno aperti a partire dalle ore 10.00 e per tutto il corso della giornata. Il percorso della sagra sarà ancora una volta animato da musica e divertimento per la giornata di chiusura della trentaseiesima edizione della Sagra della Castagna di Montella Igp.

Per informazioni sul programma della 36esima edizione è possibile visitare il sito www.castagnamontella.it ed i canali social dedicati all’evento.


UFFICIO STAMPA
36esima Sagra della Castagna di Montella Igp
Miriade & Partners s.r.l.
Tel. 329.9606793 – 392.9866587

mercoledì 19 settembre 2018

Food & Book - 12/14 Ottobre 2018 Montecatini Terme (PT)


Direzione: Sergio Auricchio e Carlo Ottaviano

VI edizione
Dal 12 al 14 ottobre 2018

Terme Tettuccio
Montecatini Terme (PT)

Ospiti:
Renato Bernardi, Franco Cardini, Vincenzo Castaldo, Gian Carlo Caselli, Cristina Cassar Scalia, Stefano Cavallito, Costantino Cipolla, Don Andrea Ciucci, Andrea Coco, Bruno Damini, Diego De Silva, Keoma Franceschi, Luca Gallarini, Bruno Gambacorta, Antonello Giannelli, Giancarlo Gariglio, Marco Giarratana, Barbara Guerra, Alfonso e Livia Iaccarino, Bruno Ialuna, Iacopo Iandelli, Carla Lertola, Marcello Leoni, Mario Liberto, Eliana Liotta, Marialuisa Lovari, Gino Manfredi, Eleonora Matarrese, Roberto Messina, Alessandra Moneti, Valeria Montaldi, Domenico Monteforte, Giuseppe Nocca, Mattia Motta, Denis Pantini, Enzo Pettè, Fabio Picchi, Tano Pisano, Gino Ruozzi, Vincenzo Russo, Pier Maria Saccani, Stefano Salis, Albert Sapere, Silvia Scapinelli, Antonio Senni, Andrea Sinigaglia, Marco Stabile, Valentina Tepedino, Gianni Zagato.


Scrittori, chef, sommelier, degustazioni, cene, laboratori, convegni, formazione, villaggi Junior per la sesta edizione di Food&Book che invaderà le storiche terme liberty Tettuccio di Montecatini Terme grazie alla manifestazione diretta da Carlo Ottaviano e Sergio Auricchio e organizzata dalla rivista “Leggere: tutti!”.

Dal 12 al 14 ottobre, alle presentazioni dei più recenti volumi di saggistica e narrativa, cene con l’autore, banchi di assaggio, e degustazioni dedicate, si alterneranno incontri e work-shop, tra cui anche un corso in due giorni (13 e 14 ottobre) valido per il riconoscimento di crediti da parte dell’Ordine nazionale dei giornalisti (giornalismo e consumi alimentari e alimentazione e fake news, a cura di Eaci - European Association Consumer, maggiori informazioni sulla piattaforma https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/)

Tra gli ospiti (calendario su www.foodandbook.it), ci saranno lo Chef Alfonso Iaccarino, uno dei grandi maestri dell’alta cucina italiana, il Prof. Franco Cardini nel duplice ruolo di storico ed esperto gourmet e l'ex magistrato Gian Carlo Caselli, a capo dell’Osservatorio sulla criminalità nel settore agroalimentare, con il suo ultimo volume dedicato alla pericolosità di certi cibi, frutto di filiere illegali.

Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio parteciperà sabato mattina al convegno nazionale dei dirigenti degli istituti alberghieri e agrari organizzato dall’ANP.

Evento unico per celebrare il ventennale della trasmissione televisiva “Eat Parade” quello che coinvolgerà il giornalista Bruno Gambacorta, ideatore del programma, insieme agli chef e produttori che, nel corso degli anni, ne hanno contribuito al successo.

L’ingresso agli eventi è libero, salvo alcuni laboratori e le cene.

Da  segnalare l’eccezionale apertura notturna del Palazzo Comunale – Moca il 12 ottobre  per la visita guidata alla mostra “Geniale. Gli invasori dell’arte”, a cura dell’Assessore alla Cultura di Montecatini Bruno Ialuna, e la presentazione, il giorno successivo della Guida Slow Wine 2019, una anteprima nazionale che culminerà con la più grande degustazione di vino in Italia (circa un migliaio di etichette per 500 produttori).

Da non perdere anche la tradizionale Corsa dei Camerieri, una sfida all’ultimo piatto che vedrà competere, in velocità e abilità per il centro storico di Montecatini, gli allievi degli Istituti alberghieri e camerieri professionisti.

Spazio, infine, anche ai bambini con il villaggio allestito e curato dalla Cooperativa Giodò nel quale verranno organizzati laboratori creativi e inviti alla lettura per piccoli appassionati dai 5 ai 10 anni.


Food&Book è un’iniziativa organizzata dall’Associazione Leggere Tutti in collaborazione con Agra Editrice, Comune di Montecatini Terme, Terme di Montecatini Spa, Istituto Alberghiero di Montecatini Terme, Slow Food.


Agra Editrice / Leggere:tutti - Tel. 06 44254205 | info@leggeretutti.it
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni - +39 06 3225044 - +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

martedì 18 settembre 2018

L'estate pontese 2018


L’estate 2018 ha riservato molte soddisfazioni agli organizzatori delle manifestazioni pontesi sia per le favorevoli condizioni meteorologiche che per la consueta affluenza di pubblico che come ogni anno mostra di gradire l’offerta estiva proposta dal nostro paesino.
La 11a edizione de “Le Vecchie Cantine di Ponte” ha confermato il successo delle scorse edizioni!! Il  pubblico partecipante è tornato volentieri, anche quest’anno, a degustare le prelibatezze pontesi. L’ottimo numero di presenze ha dimostrato il gradimento del pubblico anche per lo svolgimento della manifestazione al venerdì sera quando era proposto alla postazione Areceru il fritto di pesce molto gradito. Al sabato, buon afflusso, come tradizione, alla postazione in Piazza della carne alla brace e per la trippa al sugo all’Areceru. In entrambe le serate pizza in Piazza e pasta all’Areceru hanno soddisfatto gli appetiti dei più affamati. La clientela più modaiola ha gradito, come gli scorsi anni, l'atmosfera più raccolta della Vineria con i suoi gustosi taglieri ed il buon vino. Sempre graditi dolci, rosoli e liquorini in chiusura di serata alla Coarda. La musica degli organetti e della fisarmonica di Diego Sebastiani ha rallegrato l’atmosfera alla moltitudine di persone che ha riempito festosa i vicoli e le aie di Ponte Alto, esclusiva gratificazione del molto lavoro speso dal comitato organizzatore e dalle persone di Ponte che si rendono disponibili a lavorare gratuitamente in queste serate. Un plauso sentito a Giulio Votta che a bordo dei suoi trampoli, instancabile, ha percorso su e giù le ripide viuzze di Ponte.
In questa estate la “Sagra delle Penne all’arrabbiata” ha raggiunto la sua 50a edizione!! Il comitato dei festeggiamenti ha avuto occasione di preannunciare questo evento già nei mesi di giugno e luglio. Infatti le gustose Penne all’arrabbiata sono state degustate a Navelli (AQ) in occasione della Notte romantica nei Borghi più belli d’Italia e successivamente a Borgo Velino (RI) in occasione di Il Borgo in Sagra sempre ottenendo il gradimento della gente. Sarà anche per questo che l’evento classico del 16 Agosto a Ponte Basso ha poi riscosso un gran successo di pubblico, entusiasta per la qualità dell’offerta gastronomica sempre di primissimo livello.
Ringraziando tutti gli intervenuti per la fiducia ed il gradimento che sempre ci dimostrano e le maestranze pontesi che anno dopo anno si mettono a disposizione per il lavoro necessario, cogliamo l’occasione per consigliare i lettori a rimanere ‘sintonizzati’ sulle prossime organizzazioni dei ‘festaroli’ Pontesi e per annunciare che la Chiesa di San Pastore in Ponte Alto, ancora inagibile dopo il terremoto dell’agosto 2016, è stata inserita fra I luoghi del Cuore del FAI e che chiunque volesse può votare la nostra Chiesa tramite il sito del Fondo Ambiente Italiano.